Malattia pilonidale

Che cos’è la malattia pilonidale?

La malattia pilonidale è un’infezione cronica della pelle che colpisce la piega interglutea. Questo disturbo interessa soprattutto i soggetti di sesso maschile che presentano un eccesso di peli nella zona anale.

Può essere una manifestazione dell’acne inversa.

Quali sono le cause della malattia pilonidale?

La malattia è dovuta alla persistenza congenita del cosiddetto sinus pilonidalis, una formazione cistica che spesso contiene peli.

Quali sono i sintomi della malattia pilonidale?

La patologia può manifestarsi con piccoli fori cutanei oppure con masse voluminose nella piega interglutea.

Può evolversi in suppurazione, con la comparsa di arrossamento cutaneo, secrezione purulenta e sintomi sistemici come febbre o malessere.

Dopo la risoluzione dell’ascesso molti pazienti sviluppano un tragitto fistoloso, ovvero l’apertura verso l’esterno dell’infiammazione.

Trattamento 

Il trattamento varia in base alla manifestazione della patologia.

In caso di ascesso acuto si effettua un drenaggio chirurgico per evacuare il pus e risolvere così la fase infettiva acuta.

In presenza di una fistola occorre invece intervenire chirurgicamente.