Call for sponsorship

Modalità di presentazione

Le aziende (Sponsor) interessate ad erogare un contributo a favore dei progetti spontanei di Humanitas Gradenigo (Gradenigo srl) possono inviare una proposta di sponsorizzazione sottoscritta dal proprio legale rappresentante, indicando il titolo del progetto, il responsabile scientifico e l’importo del contributo, scrivendo al seguente indirizzo mail: ricerca@gradenigo.it

Soggetti proponenti

Gli interessati possono essere imprese, soggetti privati (persone fisiche e/o giuridiche), Fondazioni, Enti pubblici, Associazioni dotate di personalità giuridica, che intendano sostenere il progetto di cui al punto 1 con offerte economiche/finanziamenti e contributi. Per la realizzazione della proposta sono ammesse sponsorizzazioni plurime.

Requisiti dello Sponsor

La proposta dovrà essere accompagnata dalla dichiarazione del privato o del legale rappresentante di una società attestante l’inesistenza di condanne o di procedimenti penali in corso relativi a reati contro la Pubblica Amministrazione o legati all’esercizio della propria attività professionale.

Valutazione delle proposte e comunicazione allo Sponsor

Humanitas Gradenigo, di concerto con il responsabile scientifico del progetto destinatario del contributo, valuterà e conseguentemente invierà riscontro scritto alla proposta. In caso di accettazione del contributo, Humanitas Gradenigo e Sponsor sottoscriveranno un adeguato accordo di sponsorizzazione nel quale saranno indicate le modalità di erogazione del contributo nonché la modalità di vis. Lo Sponsor dovrà erogare il contributo entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo. In caso di mancata accettazione, Humanitas Gradenigo ne darà comunicazione scritta indicante le motivazioni.

Impegni dello Sponsor

L’impegno all’erogazione è irrevocabile. Lo Sponsor dovrà comunicare tempestivamente qualsiasi variazione relativamente al proprio assetto societario/statutario rispetto a quanto comunicato nell’offerta iniziale.

Impegni di Humanitas Gradenigo

Humanitas Gradenigo si impegna a dare visibilità/ringraziare lo Sponsor nel materiale riferito al progetto e, alla conclusione dello stesso, invierà allo/agli sponsor una relazione sulle attività svolte grazie al contributo ricevuto.

 

 

Call for sponsorship – Istituzione, avvio ed utilizzo nella pratica clinica di un “MULTIDISCIPLINARY TOXICITY TEAM aziendale per l’ottimizzazione della gestione delle tossicità immunorelate

Oggetto del presente avviso è la richiesta di supporto economico per realizzare il progetto che sarà condotto presso l’U.O. di Oncologia dell’Ospedale Humanitas Gradenigo di Torino dal titolo: “Istituzione, avvio ed utilizzo nella pratica clinica di un “MULTIDISCIPLINARY TOXICITY TEAM aziendale per l’ottimizzazione della gestione delle tossicità immunorelate” qui sotto riportato.

Dovrà inoltre essere notificata entro il predetto termine via mail al seguente indirizzo: ricerca@gradenigo.it

Razionale

In letteratura sono ormai frequenti e consolidate le esperienze circa la gestione multidisciplinare del paziente affetto da neoplasia solida con il fine di assicurare procedure diagnostiche e terapeutiche che siano “appropriate” ed “efficaci”.

Si pensi al team multidisciplinare che prende in carico il paziente dalla diagnosi fino alla indicazione terapeutica che è pratica clinica per tutte le neoplasie solide ed agli emergenti Tumor Mutational Board che stanno nascendo nelle diverse realtà spinti dalla necessità di assicurare il miglior percorso diagnostico terapeutico in un panorama sempre più complesso ed in continua evoluzione.

Se da un lato risulta fondamentale individuare l’indicazione terapeutica più corretta (target therapy, immunoterapia, chemioterapia o la combinazione di esse), dall’altro risulta altrettanto importante, se non di più, garantire la miglior compliance possibile al trattamento. Il fine ultimo è quello di aumentare la probabilità di risposta al trattamento con conseguente impatto sulla qualità di vita. Nello specifico dell’immunoterapia che si presenta come un trattamento quasi “cronico” rafforzato dai consistenti dati di sopravvivenza a follow up sempre più lunghi parlano di quote di pazienti lungo sopravviventi non trascurabili.

In questo contesto una scorretta gestione e, prima ancora, un mancato riconoscimento della tossicità hanno come ripercussione immediata una precoce interruzione del trattamento ed un peggioramento di tutti gli outcomes del paziente sia in termini di quantità che di qualità di vita.

Obiettivi

Obiettivo “clinico primario”

Dimostrare che – seppur oggi nella pratica clinica quotidiana delle diverse oncologie italiane esista una buona collaborazione tra l’oncologo e le diverse specialità mediche – il definire e l’attuare il percorso di presa in carico e gestione in TEAM multidisciplinare delle tossicità immuno-relate da parte di specialisti “dedicati” ed in modo precoce e continuo aumenta tutti gli outcomes:

  • Migliora la compliance del paziente al trattamento IO (anche più complesso come la combinazione IO-IO, CT e IO, IO e RT )
  • Migliora la qualità di vita
  • Migliora la sopravvivenza

Oltre al miglioramento dei suddetti outcomes clinici, il Progetto intende ottenere e mantenere nel tempo ulteriori benefici operativi ed aziendali tra cui:

  • Semplificare il percorso di gestione del paziente da parte dell’oncologo
  • Snellire e velocizzare la presa in carico multidisciplinare del paziente.

Durata

12 mesi (da gennaio a dicembre 2022, inclusi)

Referente del Progetto

Dott. Lucio Buffoni

Descrizione del progetto

Il Progetto intende ideare, definire, diffondere ed attuare un “Percorso condiviso di presa in carico e gestione in team multidisciplinare delle tossicità immuno-relate” che consenta all’Ospedale Humanitas Gradenigo di Torino di ottimizzare la gestione delle tossicità immunorelate nonché di garantire la miglior compliance possibile al trattamento delle neoplasie solide.

Il Progetto svilupperà degli strumenti organizzativi multidisciplinari e multiprofessionali – condivisi tra le varie specialità cliniche e discipline ospedaliere aziendali coinvolte – nonché istituirà un “Multidisciplinary Toxicity Team” preposto a diffondere ed attuare tali strumenti nella pratica clinica quotidiana.

Una volta dimostrate la facilità di utilizzo degli strumenti realizzati (PDTA, modulistica, funzionalità, etc) e soprattutto l’efficacia diagnostica, terapeutica ed assistenziale derivante dall’utilizzo pratico di tali tools, l’esperienza del “Multidisciplinary Toxicity Team” dell’Ospedale Humanitas Gradenigo di Torino potrà essere:

  • pubblicata (e.g. sia come esperienza di lavoro del team stesso, sia come casistica raccolta)
  • replicata e diffusa:
    • in altre oncologie del gruppo Humanitas
    • in altre oncologie del Piemonte
    • in altre oncologie della Lombardia
  • utilizzata come base di un “MUTIDISCIPLINARY TOXICITY TEAM REGIONALE” che si avvalga dell’esperienza degli specialisti riconosciuti come punto di riferimento.

Il progetto sarà realizzato presso l’Ospedale Humanitas Gradenigo di Torino e si suddivide in due steps:

  • 1° STEP Progettazione e sviluppo del pilota realizzato tra gennaio e luglio 2022
  • 2° STEP Test di utilizzo del pilota nella pratica clinica realizzato tra settembre e dicembre 2022

Ruoli e responsabilità

Il Progetto coinvolge:

  • La SC Oncologia Medica Humanitas Gradenigo che ha ideato l’iniziativa nonché funge da capofila del Progetto stesso in particolar modo nella figura del suo Direttore “Referente e Responsabile Scientifico” (di seguito “Referente”)
  • Altri medici e coordinatori infermieristici delle varie specialità cliniche che concorreranno a vario titolo allo sviluppo del progetto secondo un programma operativo condiviso
  • La società Doyourbest.it S.a.s. nella figura del suo titolare (di seguito “Consulente”) che ha supportato l’ideazione dell’iniziativa e che svolgerà in prima persona le attività in seguito dettagliate, in totale allineamento ed accordo con il Referente nonché nel rispetto delle risorse rese disponibili dagli Sponsors
  • La/le società Sponsors che, aderendo al presente avviso, sosterranno i costi sostenuti dalla it S.a.s. per la realizzazione dell’iniziativa.

Ruolo della Doyourbest.it S.a.s.

La realizzazione del Progetto prevede che il Consulente, nel rispetto delle risorse rese disponibili dagli Sponsors e del programma di lavoro condiviso col Referente:

  • concorra all’ideazione e definizione generale del Progetto (finalità, valore aggiunto, modalità di realizzazione, project planning, outputs & outcomes, auditing, etc)
  • definisca ed aggiorni in accordo col Referente il “Programma condiviso delle attività”
  • svolga una costante ed approfondita attività di “Counselling” con i seguenti focus:
    • Project management (supporto alla gestione del Progetto generale, supporto nella progettazione, sviluppo, test, valutazione degli outputs, validazione e diffusione degli strumenti realizzati tra le strutture interessate, supporto al coordinamento del gruppo di lavoro multidisciplinare/interaziendale)
    • Tutoring (supporto allo sviluppo, al coordinamento, alla conduzione, all’analisi ed utilizzo degli output di incontri multidisciplinari/interaziendali, workshop di Progetto, eventi informativi e divulgativi).

Il “Programma condiviso delle attività” su cui si basa il Progetto sarà:

  • espressione della completa condivisione di strategia ed operatività tra il Referente ed il Consulente i quali, collaborando in prima persona sia tra loro che con tutti i restanti “attori” coinvolti, si adopereranno al meglio affinché il Progetto sia portato a termine nei tempi e nei modi stabiliti, nonché raggiunga gli obiettivi prefissati con le risorse previste
  • realizzato dal Referente e dal Consulente (impegnati in prima persona in ogni fase del percorso) nonché dai vari colleghi o gruppi di lavoro multidisciplinari e multifunzionali (di seguito “GdL”) composti su indicazione del Referente da ogni altro professionista aziendale in grado di contribuire efficacemente al risultato dell’iniziativa.
  • definito ed attuato in modo da ottenere nei tempi e modi stabiliti dei concreti risultati tangibili (outputs intermedi e finali) nel rispetto delle risorse disponibili nonché in considerazione e al meglio dell’effettiva dedizione, disponibilità ed efficacia dimostrate dalle strutture coinvolte a vario titolo nell’iniziativa

Le attività progettuali svolte dal Consulente prevedono:

  • un’adeguata serie di “incontri tecnici” tra il Consulente, il Referente e/o il GdL e/o altri soggetti coinvolti all’occorrenza (ripartiti tra tutte le varie strutture aziendali coinvolte) da realizzarsi – sia in presenza presso la Struttura che a distanza tramite Google Meet o equivalenti – in funzione delle necessità operative del Progetto e concordate tra i partecipanti per non penalizzare l’operatività delle singole strutture coinvolte.
  • un’adeguata quantità di attività di “back office” svolta in autonomia dal Consulente secondo le necessità operative del Progetto.

Risorse economiche necessarie

Totale Euro 33.000,00 (IVA esclusa) così suddivisi:

  • 1° STEP (progettazione e sviluppo del pilota) euro 23.000,00
  • 2° STEP (test di utilizzo del pilota nella pratica clinica) euro 10.000,00

Il contributo richiesto per partecipare al presente avviso è dell’importo complessivo di almeno uno dei due steps.