COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Prenotazioni
011.1910.1010
Centralino
011.1910.1001

Ipoglicemia


-->

Che cos’è l’ipoglicemia?

L’ipoglicemia determina una diminuzione dei valori di glicemia, con i sintomi a essa associati e la scomparsa degli stessi dopo l’aumento della glicemia. Solitamente si parla di ipoglicemia con un valore inferiore a 70 mg/dl. Se ne distinguono tre gradi:

  • Grado lieve: presenza di sintomi adrenergici (sudore, tremori, palpitazioni) che sono gestibili in modo autonomo dal paziente.
  • Grado moderato: sintomi adrenergici e sindromi neuroglicopenici (debolezza e confusione mentale), anch’essi comunque gestibili dal paziente.
  • Grado grave: lo stato di coscienza del paziente è alterato e sarà quindi necessario l’intervento di qualcuno in suo soccorso.

Quali sono le cause dell’ipoglicemia?

L’ipoglicemia è nella maggior parte dei casi provocata dall’assunzione di farmaci ipoglicemizzanti assunti per curare il diabete. I pazienti più a rischio sono quelli che assumono insulina: questi possono andare incontro a circa otto episodi all’anno di ipoglicemia moderata e uno grave. In questo caso le cause possono essere:

  • Assunzione di bevande alcoliche a digiuno.
  • Minor apporto alimentare rispetto alle abitudini e alla terapia in corso.
  • Attività fisica intensa non programmata o programmata ma in assenza di un adeguato apporto alimentare.
  • Saltare i pasti.
  • Errori nell’assunzione della terapia.

Vi sono poi altre cause di ipoglicemia, alcune rare.

Quali sono i sintomi dell’ipoglicemia?

I sintomi possono variare da paziente a paziente e l’ipoglicemia può essere asintomatica. Alcuni sintomi sono:

  • confusione mentale
  • difficoltà a parlare
  • perdita di coscienza
  • difficoltà motorie
  • tachicardia
  • visione offuscata
  • tremore
  • sudorazione profonda
  • fame
  • stanchezza
  • sonnolenza
  • capogiro
  • cefalea
  • cambio di umore
  • pallore al volto
  • ansietà
  • coma.

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si esegue tramite la misurazione della glicemia.