COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Prenotazioni
011.1910.1010
Centralino
011.1910.1001

Capsulite adesiva della spalla


-->

Che cos’è la capsulite adesiva della spalla? 

Conosciuta anche con il nome di spalla congelata, la capsulite adesiva è un’infiammazione a carico della spalla che determina una perdita di mobilità dell’articolazione omero-scapolare e prevede dei lunghi tempi di recupero. Si tratta di una condizione dolorosa e invalidante, che rende molto difficoltosi anche i movimenti più semplici.

Ha un esordio graduale, con un peggioramento della sintomatologia nel tempo. Colpisce soprattutto le donne tra i 35 e i 50 anni di età

Quali sono le cause della capsulite adesiva della spalla? 

Nell’articolazione omero-scapolare è presente una capsula di tessuto connettivo che contiene al suo interno ossa, tendini e legamenti. La capsulite adesiva consegue al restringimento dell’infiammazione della capsula stessa.

La capsulite è spesso collegata alla presenza di malattie metaboliche (come diabete, ipertiroidismo e ipotiroidismo). Potrebbe essere associata anche a problemi autoimmuni.

Quali sono i sintomi della capsulite adesiva della spalla?

La manifestazione di questa infiammazione passa attraverso tre distinte fasi:

  • Prima fase, tra i due e i nove mesi. Il paziente riesce a muovere l’articolazione, ma con molto dolore; lentamente il ventaglio dei movimenti possibili inizia a restringersi.
  • Seconda fase, dai quattro ai nove mesi. Il paziente vede ridursi in modo importante la serie di movimenti che riesce a compiere, con una lieve diminuzione del dolore.
  • Terza fase, dai sei mesi ai due anni. È la fase di scongelamento, che vede il recupero graduale del movimento, sia esso parziale o totale.

Come si effettua la diagnosi? 

Questo tipo di infiammazione si diagnostica tramite esame fisico nel corso di una visita specialistica, verificando la mobilità articolare e la capacità di compiere alcuni movimenti.

Il paziente potrebbe essere invitato a eseguire una risonanza magnetica o una radiografia.