Allergia all’uovo

Che cos’è l’allergia all’uovo?

L’allergia all’uovo è una delle allergie alimentari più diffuse tra i bambini. Infatti si manifesta nella prima infanzia e di solito scompare entro l’adolescenza; in alcuni casi però può durare sino all’età adulta.

Solo di rado l’allergia all’uovo conduce ad anafilassi, una reazione allergica molto grave che necessita di un trattamento tempestivo.

Quali sono le cause dell’allergia all’uovo?

L’allergia all’uovo è provocata da una reazione del sistema immunitario che riconosce – in modo erroneo – come dannose alcune proteine dell’uovo. Qualora l’organismo vi entri in contatto, il sistema immunitario innesca una risposta che genera la comparsa dei sintomi tipici dell’allergia.

Quali sono i sintomi dell’allergia all’uovo?

Le reazioni allergiche possono essere più o meno gravi. I sintomi più frequenti sono i seguenti:

  • segni tipici dell’asma (senso di costrizione toracica, mancanza di respiro, tosse)
  • infiammazioni cutanee o orticaria
  • rinite allergica
  • disturbi gastrointestinali

Come si effettua la diagnosi?

La diagnosi si esegue nel corso di una visita specialistica. Non sono disponibili degli esami specifici che certifichino questa forma allergica; lo specialista procederà quindi escludendo condizioni che potrebbero determinare sintomi simili a quelli riferiti dal paziente.

Potranno essere utili:

  • Prick test: al paziente vengono iniettate delle piccole quantità di proteine delle uova e se ne osserva la reazione dopo pochi minuti; la presenza di un ponfo rosso e caldo segnala la sensibilità.
    Analisi del sangue: il test degli anticorpi IgE misura la risposta del sistema immunitario alle uova, dosando la quantità di anticorpi specifici nel sangue che possono evidenziare una reazione allergica.
  • Prick by prick test: impiego diretto di piccole quantità dell’alimento ritenuto allergizzante al fine di testare le reazioni dell’organismo.