Emocromo

Che cos’è l’emocromo? 

L’esame emocromocitometrico comprende i valori di:

  • Ematocrito: percentuale sul totale del sangue della parte corpuscolata, composta principalmente dai globuli rossi.
  • Emoglobina: proteina che si trova nei globuli rossi, deputata al trasporto dell’ossigeno.
  • Globuli rossi.
  • Volume medio corpuscolare dei globuli rossi.
  • Contenuto medio di emoglobina dei globuli rossi (MCH).
  • Concentrazione media di emoglobina dei globuli rossi (MCHC).
  • Distribuzione del volume dei globuli rossi (RDW).
  • Globuli bianchi (o leucociti): la formula leucocitaria misura il numero e la percentuale di neutrofili, linfociti, monociti, eosinofili, basofili.
  • Piatrine.

Perché misurare l’emocromo? 

L’esame emocromocitometrico fornisce moltissimi dati grazie alle diverse componenti. È un esame di routine, utile per avere un quadro di salute generale di un paziente.

Sono previste norme di preparazione?

L’esame viene effettuato mediante un semplice prelievo di sangue, in genere al mattino.

Il medico suggerirà se è necessario essere a digiuno. 

È pericoloso o doloroso?

L’esame non è né pericoloso né doloroso. Il paziente percepisce solo il pizzicore dell’ingresso dell’ago nel braccio.