Bilirubina

Che cos’è la bilirubina? 

La bilirubina è una componente della bile e deriva per la maggior parte dalla degradazione dell’emoglobina conseguente alla distruzione dei globuli rossi.

Per raggiungere il fegato si lega all’albumina (bilirubina indiretta), poi si coniuga con l’acido glucuronico (bilirubina diretta), diventa solubile e può essere secreta dalla bile o dalle urine.

Perché misurare la bilirubina? 

Il dosaggio può prevedere la bilirubina totale e quella frazionata. Questo esame può fornire importanti indicazioni circa la salute del fegato e può essere utile per valutare l’eventuale presenza di ostruzione delle vie biliari, epatiti, cirrosi e ittero.

In presenza di un aumento di bilirubina diretta, potrebbe esservi un danno epatico; se a risultare aumentata è invece la bilirubina indiretta, potrebbe esservi un’alterazione nel ciclo di degradazione dell’emoglobina.

Sono previste norme di preparazione?

L’esame viene effettuato mediante un semplice prelievo di sangue, in genere al mattino.

Il medico suggerirà se è necessario essere a digiuno. 

È pericoloso o doloroso?

L’esame non è né pericoloso né doloroso. Il paziente percepisce solo il pizzicore dell’ingresso dell’ago nel braccio.