Lo xantoma è un accumulo di grasso sotto la superficie cutanea, si tratta di una vescichetta di colore tendente al giallo, dai contorni delineati e dalle dimensioni variabili. Gli xantomi sono più comuni a livello di articolazioni, tendini, gomiti, ginocchia, mani, piedi e glutei.

Sono più frequenti nei soggetti anziani o in coloro che presentano alti livelli ematici di lipidi.

Se presenti sulle palpebre sono detti xantelasmi, ma la loro formazione non è necessariamente associata all’aumento di grassi nel sangue.

Quali patologie possono essere associate allo xantoma?

Alcune delle patologie associate a questa condizione sono:

  • Calcoli cistifellea
  • Cirrosi biliare primitiva
  • Diabete
  • Dislipidemie
  • Ipotiroidismo
  • Pancreatite
  • Vaiolo

Cosa fare in caso di xantoma?

In presenza di uno xantoma è bene consultare il medico, potrebbe essere infatti associato anche a patologie importanti.

Si può intervenire chirurgicamente per rimuovere lo xantoma, ma ciò non esclude una sua successiva formazione.