Usura dei denti

L’usura dei denti è legata alla perdita dello smalto o della dentina indipendente dalla presenza di carie o traumi. Si manifesta con denti ingialliti e più corti, aumento della sensibilità al caldo e al freddo e dolore.

Le cause alla sua origine possono essere l’invecchiamento, l’abrasione e l’attrito dovuti a bruxismo, ad alcuni alimenti o all’uso scorretto dello spazzolino da denti, l’erosione da sostanze chimiche acide di origine alimentare o gastrica (in seguito a episodi frequenti di vomito o a reflusso gastroesofageo) e la perdita di tessuto duro a livello dei colletti.

Quali malattie si possono associare a usura dei denti?

Le patologie che più comunemente si associano a usura dei denti sono bruxismo, onicofagia e reflusso gastroesofageo.

Come si cura l’usura dei denti?

Per intervenire in maniera appropriata occorre individuare la causa all’origine del disturbo, al fine di limitare il danno ai denti ed eventualmente migliorare le condizioni dei denti già usurati. Oltre al ricorso alle tradizionali corone, oggi è possibile procedere anche incollando materiali compositi o ceramici.