Secrezioni vaginali maleodoranti

Le secrezioni vaginali sono fisiologiche in alcuni momenti della vita femminile, come per esempio durante l’ovulazione in età fertile. Possono essere sierose o siero-mucose, dall’aspetto trasparente o tendente al bianco ed essere più o meno abbondanti.

In alcune condizioni patologiche però, possono assumere cattivo odore e cambiare colore, tendendo al giallo. Possono inoltre aversi prurito e dolore, soprattutto nel corso di rapporti sessuali e/o durante la minzione.

Quali patologie possono essere associate alle secrezioni vaginali maleodoranti?

Alcune delle patologie che possono essere associate a questa condizione sono:

  • Cancro al collo dell’utero
  • Candida
  • Cervicite
  • Clamidia
  • Gonorrea
  • Herpes genitale
  • Malattia infiammatoria pelvica
  • Trichomonas
  • Vaginosi batterica
  • Vaginite

Si ricorda che l’elenco non è esaustivo ed è sempre bene chiedere consulto al proprio medico.

Come si curano le secrezioni vaginali maleodoranti?

In caso di secrezioni vaginali maleodoranti è bene consultare il medico o il ginecologo, al fine di comprendere le cause alla base del disturbo e ottenere così indicazioni circa il rimedio più appropriato tra le diverse opzioni disponibili.

Se la causa è un’infezione batterica, il trattamento sarà antibiotico; in caso di infezione fungina, come la candida, il medico prescriverà farmaci antimicotici.

Da evitare i rimedi fai da te.