Sangue nello sperma

L’emospermia è la presenza di sangue nello sperma. Si tratta di un’eventualità rara, causata dalla rottura di alcuni vasi sanguigni lungo il tragitto che compie lo sperma nel corso dell’eiaculazione.

Negli uomini che non hanno ancora 40 anni potrebbe essere legato a un’infezione e associarsi a sintomi quali: febbre, dolore a livello genitale o alla minzione, sangue nelle urine. Raramente, dopo i 40 anni, si tratta di un tumore.

Altre possibili cause sono brachiterapia, astinenza sessuale prolungata o rapporti sessuali vigorosi, biopsia alla prostata, vasectomia, traumi ai testicoli, fragilità dei vasi sanguigni. Potrebbe anche essere un effetto collaterale legato all’assunzione dell’anticoagulante Warfarin.  

Quali patologie possono essere associate al sangue nello sperma?

Alcune delle patologie più comunemente associate a questa condizione sono:

  • Amiloidosi
  • Cisti o polipi alla vescica, all’uretra o alla prostata
  • Emofilia
  • Epididimite
  • Infezioni (clamidia, gonorrea, herpes genitale)
  • Iperplasia prostatica benigna
  • Malattia di Von Willebrand
  • Orchite
  • Schistosomiasi
  • Trombocitopenia
  • Tubercolosi
  • Tumore ai testicoli
  • Tumore alla prostata
  • Tumore della vescica

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che è meglio consultare il medico in caso di persistenza dei sintomi.

Cosa fare in caso di sangue nello sperma?

In caso di sangue nello sperma è bene rivolgersi al medico.

In genere, il disturbo tende a regredire spontaneamente, ma in alcuni casi potrebbero essere necessari approfondimenti per comprenderne l’origine.