Pesantezza allo stomaco

La pesantezza allo stomaco si caratterizza per un senso di pienezza localizzato nella parte alta dell’addome. Oltre alla pesantezza possono aversi: rigurgiti acidi, alitosi, bruciori e dolore di stomaco, nausea, eruttazioni.

Tra le cause responsabili di questo disturbo segnaliamo:

  • consumare pasti abbondanti;
  • consumare alimenti troppo grassi o troppo conditi, più difficili da digerire;
  • mangiare di freddo;
  • prendere freddo durante la digestione.

Quali malattie possono essere associate a pesantezza allo stomaco?

Le patologie che si possono associare a questa condizione sono:

  • Allergia alimentare
  • Calcoli cistifellea
  • Ernia iatale
  • Gastrite
  • Indigestione
  • Pancreatite
  • Reflusso gastroesofageo
  • Tumore allo stomaco
  • Ulcera gastrica
  • Ulcera peptica

Si ricorda che l’elenco non è esaustivo ed è sempre meglio chiedere consiglio al medico soprattutto in caso di persistenza del disturbo.

Cosa fare in caso di pesantezza allo stomaco?

In generale i trattamenti per la pesantezza allo stomaco dipendono dalle cause.

Nella maggior parte dei casi si tratta di un disturbo passeggero che passa autonomamente o grazie all’aiuto di semplici interventi comportamentali e/o farmacologici. Ne sono di esempio:

  • evitare/limitare il consumo di alcuni cibi e bevande, come cibi grassi, troppo conditi, alcolici;
  • assumere al bisogno specifici farmaci (dietro consiglio medico) come antiacidi contro il bruciore, procinetici e analgesici.

Se alla base non c’è una patologia organica anche i rimedi naturali possono contribuire ad alleviare il disturbo, come tisane digestive a base di erbe, pastiglie e caramelle con estratti naturali. Anche in questo caso è bene però evitare rimedi fai da te e chiedere consiglio al medico.