Midriasi

In caso di midriasi il diametro della pupilla supera i 5 millimetri. Può riguardare uno solo o entrambi gli occhi e se distinguono due forme: la reagente, in cui la pupilla reagisce se stimolata dalla luce, e la fissa, quando cioè non si ha alcuna reazione agli stimoli luminosi.

Quali sono le cause della midriasi?

Questa condizione è in genere legata a un’illuminazione insufficiente, a determinarne la comparsa però può anche essere l’assunzione di farmaci, stupefacenti o alcol, così come traumi cranici, asfissia, forti emozioni, ictus o emorragie cerebrali.

Quali patologie possono essere associate alla midriasi?

Alcune delle patologie che possono essere associate a questa condizione sono:

  • Botulismo
  • Glaucoma
  • Ictus
  • Iridoplegia
  • Sindrome della pupilla tonica (o di Adie)

 

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che è meglio consultare il proprio medico in caso di persistenza dei sintomi.

Come si cura la midriasi?

Per predisporre il trattamento più opportuno è necessario conoscere la causa che determina il disturbo. Spesso la cura è farmacologica.