Linfonodi ingrossati

A essere colpiti possono essere i linfonodi del collo, quelli posti sotto il mento, delle ascelle o dell’inguine. In concomitanza ai linfonodi ingrossati il paziente può avvertire dolore, sensibilità al tatto ma anche mal di gola, febbre, gonfiore degli arti e sudorazione notturna. La presenza di questi sintomi varia in base alla causa all’origine dei linfonodi ingrossati.

Questi possono essere dovuti a un’infezione batterica o virale, a una malattia autoimmune o, anche se più raramente, a un tumore. Anche alcuni farmaci, come certi antiepilettici, possono causare l’ingrossamento dei linfonodi.

Quali patologie possono essere associate ai linfonodi ingrossati?

Alcune delle malattie che possono essere associate a linfonodi ingrossati sono:

  • AIDS
  • Artrite reumatoide
  • Ascesso dentale
  • Cellulite
  • Dengue
  • Ebola
  • Erisipela
  • Infezione da streptococco
  • Leucemia
  • Linfoma
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Malattia da graffio di gatto
  • Malattia di Chagas
  • Metastasi tumorali
  • Mononucleosi
  • Morbillo
  • Otite
  • Parotite
  • Rosolia
  • Sifilide
  • Toxoplasmosi
  • Tripanosomiasi africana
  • Tubercolosi
  • Tumore dell’ano
  • Tumori della laringe

Come si curano i linfonodi ingrossati?

Il rimedio dipende anche dalla causa all’origine del disturbo. È bene chiedere consiglio al proprio medico in modo da poter intervenire in maniera appropriata; soprattutto nel caso in cui i linfonodi si ingrossino all’improvviso e senza motivo apparente; se il disturbo non si risolve in un paio di settimane o tende a peggiorare; se i linfonodi appaiono duri e ruvidi; in presenza di febbre continua, mal di gola, perdita di peso, difficoltà nella respirazione e nella deglutizione e sudorazioni notturne.

In generale, stare a riposo, assumere farmaci antidolorifici e applicare impacchi caldi può alleviare il dolore e sgonfiare i linfonodi ingrossati.

Se l’ingrossamento è dovuto a infezione virale, il problema in genere passa da solo. Le infezioni batteriche possono necessitare di antibiotici mirati, mentre infezione da Hiv, malattie autoimmuni e tumori richiedono terapie specifiche.