Ipotermia

L’ipotermia è una condizione molto seria, che si caratterizza per la perdita di calore che il corpo subisce. Si manifesta con una grave diminuzione della temperatura corporea, che scende sotto i 35 °C, con ripercussioni importanti sul corretto funzionamento di cuore, sistema nervoso e altri organi.

I brividi sono il sintomo tipico, ma possono aversi anche:

  • giramenti di testa
  • fame
  • nausea
  • respirazione accelerata
  • difficoltà a parlare
  • lieve senso di confusione
  • perdita della coordinazione
  • affaticamento
  • aumento della frequenza cardiaca

L’esposizione a basse temperature o l’immersione in acque fredde sono le cause più comuni di ipotermia. 

Quali patologie possono essere associate all’ipotermia?

Alcune delle patologie e condizioni più comunemente associate sono

  • Morbo di Addison
  • Sepsi
  • Shock settico
  • Ustioni

Come si cura l’ipotermia?

In caso di ipotermia è bene chiamare i soccorsi o recarsi in pronto soccorso.

È di fondamentale importanza cercare di alzare la temperatura corporea, trasferendo il paziente in un ambiente caldo e asciutto, liberandolo da eventuali vestiti bagnati e avvolgendolo in coperte asciutte, coprendo anche il capo a eccezione del viso.

Anche il calore umano può essere di aiuto, così come il consumo di bevande calde, purché analcoliche, o impacchi caldi si collo, petto o inguine.