Ipertensione portale

L’ipertensione portale indica l’aumento di pressione nella vena porta, deputata a condurre il sangue dagli organi della digestione al fegato.

Questa condizione è dovuta a un blocco del flusso sanguigno attraverso il fegato, spesso legato a cirrosi, ma anche a epatite, abuso di alcol o ad altri danni a carico del fegato. L’ipertensione portale può anche essere associata alla formazione di un coagulo nella vena porta.

Quali malattie possono essere associate all’ipertensione portale?

Le patologie che si possono associare all’aerofagia sono le seguenti:

  • Cirrosi biliare primitiva
  • Cirrosi epatica
  • Epatite
  • Insufficienza cardiaca
  • Tumore al fegato

Si ricorda che questo non è un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il medico in caso di persistenza dei sintomi.

Cosa fare in caso di ipertensione portale? 

In sua presenza occorre rivolgersi al medico per individuarne le cause e comprendere così il rimedio più appropriato.

Può essere indicata una terapia farmacologica oppure un intervento endoscopico per bloccare il sanguinamento delle varici o il flusso di sangue al loro interno; in alcuni casi le due opzioni sono associate. Nei casi più seri può essere necessario un approccio radiologico o chirurgico.

È poi importante adottare un corretto stile di vita, soprattutto in termini alimentari: è bene moderare il consumo di alcol, limitare l’assunzione di sodio e, nel caso in cui fra i sintomi sia incluso uno stato confusionale, quella di proteine.