Emorragia gastrointestinale

L’emorragia gastrointestinale designa una condizione grave a carico dell’apparato digerente, come per esempio lesioni che coinvolgono esofago, stomaco, intestino, retto o ano. L’emorragia può essere un lieve sanguinamento o una fuoriuscita di sangue più importante.

Quali patologie possono essere associate all’emorragia gastrointestinale?

Alcune delle patologie più comunemente associate a questa condizione sono:

  • Angiodisplasia
  • Celiachia
  • Cirrosi epatica
  • Colite ulcerosa
  • Dengue
  • Diverticolite
  • Ebola
  • Emofilia A
  • Emorroidi
  • Enterite
  • Enterocolite
  • Ernia iatale
  • Esofagite
  • Gastrite
  • Gastroenterite virale
  • Glomerulonefrite
  • Infezione da Escherichia Coli
  • Intussuscezione
  • Malattia di Crohn
  • Policitemia vera
  • Polimialgia reumatica
  • Polipi intestinali
  • Proctite
  • Ragadi anali
  • Reflusso gastroesofageo
  • Sarcoma di Kaposi
  • Sindrome di Mallory-Weiss
  • Tifo
  • Trombocitopenia
  • Tumore allo stomaco
  • Tumore del colon-retto
  • Tumore del fegato
  • Tumore dell’ano
  • Tumore dell’esofago
  • Ulcera duodenale
  • Ulcera gastrica
  • Ulcera peptica (ulcera gastrica/ulcera duodenale)
  • Varici esofagee

Come si cura l’emorragia gastrointestinale?

L’emorragia gastrointestinale necessita di un intervento sanitario tempestivo.