Dolore facciale

Questo tipo di dolore coinvolge una o più parti del volto, compresi la bocca, gli occhi e le orecchie. Ha in genere carattere prolungato e può essere legato a mal di testa (più spesso emicrania), ma anche a traumi, infezioni al cavo orale, ulcere, sinusite e infiammazioni del nervo trigemino.

 

Quali patologie possono essere associate al dolore facciale?

Le patologie più comunemente associate a questa condizione sono:

  • Artrite
  • Artrosi
  • Ascessi
  • Attacco cardiaco
  • Bruxismo
  • Calcolosi salivare
  • Carie
  • Cefalea
  • Disordine o disfunzione temporomandibolare (DTM)
  • Emicrania
  • Fratture
  • Infezione da Herpes Zoster (fuoco di Sant’Antonio)
  • Infiammazione del nervo trigemino
  • Otite
  • Parotite
  • Parodontite
  • Poliposi nasale
  • Sinusite
  • Traumi
  • Tumore delle ghiandole salivari

Come si cura il dolore facciale?

Il trattamento dipende dalla causa che è all’origine del disturbo, pertanto è importante chiedere consiglio al proprio medico se il dolore non tende a migliorare. Questi potrebbe anche suggerire una visita specialistica con un otorinolaringoiatra o un dentista. Se il problema è transitorio, il paziente può trarre beneficio da impacchi caldi e farmaci antinfiammatori.

Se il dolore facciale è conseguente un trauma, è bene recarsi in Pronto soccorso, al fine di escludere la presenza di una frattura. È altresì importante andare in Pronto soccorso se il dolore coinvolge il torace o il braccio sinistro.