Disfagia

I soggetti con disfagia hanno difficoltà a deglutire; questo disturbo può essere doloroso e spesso colpisce le persone anziane.

Quali patologie possono essere associate alla disfagia?

Alcune delle patologie più comunemente associate a questa condizione sono:

  • AIDS
  • Amiloidosi
  • Aneurisma aortico
  • Botulismo
  • Bronchite
  • Calcolosi salivare
  • Candida
  • Diverticoli esofagei
  • Ebola
  • Ernia iatale
  • Esofagite
  • Faringite
  • Fibrosi cistica
  • Gastrite
  • Gozzo
  • Laringite
  • Malattia di Chagas
  • Malattia di Wilson
  • Miastenia gravis
  • Mononucleosi
  • Morbo di Parkinson
  • Palatoschisi
  • Parotite
  • Pemfigo volgare
  • Poliomielite
  • Rabbia
  • Reflusso gastroesofageo
  • Sclerodermia
  • Sclerosi multipla
  • Sindrome di Sjögren
  • Tetano
  • Tonsillite
  • Tracheite
  • Tumore allo stomaco
  • Tumore dell’esofago
  • Tumore della tiroide
  • Tumore delle ghiandole salivari
  • Tumori della laringe
  • Ulcera peptica

Cosa fare in caso di disfagia?

La disfagia può essere occasionale, magari a seguito di una masticazione scorretta. Quando però assume carattere persistente, è bene consultare il medico, al fine di comprenderne le cause.

Le opzioni terapeutiche possono essere diverse, a seconda dei casi. Ne sono un esempio:

  • Terapia farmacologica
  • Intervento chirurgico
  • Esercizi per la deglutizione
  • Alimentazioni speciali

Se il disturbo è lieve, può essere di aiuto consumare pasti brevi ma frequenti, fare piccoli bocconi e masticare bene; è consigliabile poi evitare il consumo di alcolici, tabacco e caffeina.