Il termine ascite indica un accumulo anomalo di liquido nell’addome, causato da diverse condizioni e patologie quali l’insufficienza renale o cardiaca e alcune forme tumorali.

Quali patologie possono essere associate all’ascite?

Alcune delle patologie che possono essere legate all’ascite sono: l’amiloidosi, la cirrosi biliare primitiva e quella epatica e la febbre dengue, mentre le forme tumorali legate all’ascite sono in genere quelle che colpiscono fegato e pancreas.

Come si cura l’ascite?

Le strategie terapeutiche dipendono dalla causa all’origine dell’ascite. Il trattamento più adatto deve essere valutato da un medico specialista dopo un’attenta indagine.

In alcuni pazienti potrebbe essere indicata una diminuzione dell’apporto di sale nell’alimentazione; in altri potrebbe essere necessaria l’assunzione di farmaci diuretici con l’obiettivo di ridurre il liquido accumulatosi; in altri casi ancora si potrebbe intervenire con un sondino per aspirare il liquido direttamente dall’addome. L’intervento chirurgico o il trapianto di fegato sono necessari nei casi più gravi.

I pazienti affetti da ascite è bene effettuino controlli regolari e consultino il medico qualora vi sia un aumento di dimensioni dell’ascite o la manifestazione di sintomi come fiato corto o fastidio addominale.