L’afasia è la perdita parziale o totale della capacità di comunicare, con complicazioni di vari livelli che intaccano la capacità di esprimersi e quella di comprendere il linguaggio sia scritto che parlato. Molto spesso l’afasia è una manifestazione improvvisa dovuta ad un trauma cranico o ictus. Nel caso di presenza di tumore cerebrale o malattie neurodegenerative  il disturbo si manifesta gradualmente con uno sviluppo graduale della condizione patologica.

Spesso vengono associate all’afasia malattie come l’arterosclerosi, l’ictus, il botulismo, il morbo di Alzheimer o anche la sclerosi multipla. Altre possono essere le patologie alla base del disturbo e per questo motivo è importante sempre sentire il parere di un medico per risalire all’origine dell’afasia.

Per la cura dell’afasia in questo momento sono attive ricerche, ma ci vorrà ancora del tempo perchè queste possano essere introdotte nella prassi clinica.

Spesso il sintomo definito con il termine afasia è collegato a disturbi più gravi, per questo motivo se improvvisamente si presentano difficoltà nel parlare, comprendere un discorso, ricordare parole, incapacità a leggere o scrivere, è necessario rivolgersi tempestivamente ad un medico di fiducia.