Che cos’è l’utero?

L’utero è un organo muscolare cavo facente parte dell’apparato riproduttivo femminile. L’utero accoglie l’ovulo fecondato, consente lo sviluppo del feto lungo tutta la gravidanza e lo espelle a gestazione conclusa.

L’utero subisce diversi cambiamenti nel corso della vita femminile, sia a seconda delle fasi dello sviluppo sessuale (infanzia, pubertà, maturità, menopausa), sia in caso di gravidanza, sia durante il ciclo mestruale.

La cavità uterina è rivestita al suo interno dall’endometrio, grazie a cui viene garantito nutrimento all’embrione nel primo periodo di vita intrauterina, prima che si verifichi l’impianto. La muscolatura che riveste l’utero (miometrio) è spessa e consistente e le sue contrazioni rendono possibile, al momento del parto, l’espulsione del feto.

L’utero può essere distinto in due parti: il corpo uterino e la cervice uterina (o collo dell’utero). Il corpo uterino è più largo, si espande verso l’alto e in esso sboccano le salpingi. Il collo uterino invece, più stretto, è rivolto verso il basso e si inserisce nella vagina.

A cosa serve l’utero?

L’utero accoglie l’ovulo fecondato, ne consente lo sviluppo e la crescita nel corso della gravidanza e permette l’espulsione del feto al momento del parto.