Tronco encefalico

Che cos’è il tronco encefalico?

Il tronco encefalico si trova alla base del cervello e ne consente la continuità diretta con il midollo spinale. Al suo interno sono presenti molte importanti strutture nervose e da esso passano i messaggi provenienti dal cervello e a esso diretti.

È diviso in tre parti: mesencefalo, ponte e midollo allungato; queste controllano funzioni vitali come il respiro, la deglutizione e le funzioni vasomotorie.

Le vie nervose provenienti dal cervello o che giungono al cervello passano nel tronco encefalico e in molti casi si incrociano al suo interno. Dal tronco encefalico poi originano 10 delle 12 paia di nervi cranici che garantiscono motilità e capacità sensoriali alle strutture del cranio, inclusi i muscoli facciali, la lingua, la faringe e la laringe. Sono inoltre responsabili del gusto, dell’equilibrio e dell’udito.

Nel tronco encefalico sono presenti anche nuclei importanti per le funzioni autonome simpatiche e parasimpatiche.

A cosa serve il tronco encefalico?

Il tronco encefalico regola funzioni come l’attenzione, la vigilanza, l’eccitamento, il respiro, il battito cardiaco e la pressione sanguigna. Controlla inoltre anche altre funzioni involontarie come la digestione, la salivazione, la sudorazione, la dilatazione o il restringimento delle pupille e la minzione.

La parte inferiore del tronco encefalico è deputata alla regolazione delle funzioni autonome vitali, mentre la parte superiore controlla i sensi della vista e dell’udito, la vigilanza, la coscienza e il sonno.