Sistema nervoso

Il sistema nervoso è l’insieme degli organi e delle strutture che permettono di mandare segnali tra le diverse aree del corpo e di regolarne i movimenti e le funzioni volontarie e involontarie, sia fisiche sia psicologiche.

Che cos’è il sistema nervoso?

È formato dal cervello, dal midollo spinale, dagli organi sensoriali e dall’insieme di nervi che mettono in relazione questi organi con il resto dell’organismo.

È possibile distinguere un sistema nervoso centrale e uno periferico, a loro volta ripartibili in diverse componenti, ciascuna con una sua specificità.

Il sistema nervoso centrale

Il sistema nervoso centrale è formato dal cervello e dal midollo spinale. Il cervello adulto contiene quasi cento miliardi di neuroni e una quantità ancora più elevata di glia, cellule con funzioni di supporto). Posto dentro alla scatola cranica, è formato da due emisferi collegati tra loro e in continuità con il midollo spinale, che, grazie alla sua forma cilindrica, scorre nella colonna vertebrale. Cervello e midollo sono protetti da speciali membrane, le meningi, e dal liquido cerebrospinale prodotto dal cervello, che fluisce nello spazio delimitato da due meningi, la pia madre e l’aracnoide. Dal cervello e dal midollo spinale infine partono nervi diretti in diverse aree del corpo.

Il sistema nervoso periferico

Quello periferico si può suddividere in due grandi aree: il sistema nervoso autonomo e il sistema nervoso somatico.

Il sistema nervoso autonomo si suddivide a sua volta in: sistema nervoso simpatico, sistema nervoso parasimpatico e sistema nervoso enterico. È formato dei neuroni il cui corpo è posto nel cervello o nel midollo spinale e i cui prolungamenti sono indirizzati verso strutture, chiamati gangli, in cui entrano in contatto con il corpo di altri neuroni. I prolungamenti di questi ultimi sono poi diretti all’organo con cui deve essere collegato il sistema nervoso centrale. Questo sistema consente di differenziate le fibre nervose pregangliari, composte dai prolungamenti dei neuroni il cui corpo è situato nel sistema nervoso centrale, e le fibre nervose postgangliari, i cui corpi cellulari si trovano nei gangli.

Nel sistema nervoso somatico i singoli neuroni si pongono tra il sistema nervoso centrale e l’organo di connessione. Il corpo cellulare di questi neuroni può trovarsi nel cervello o nel midollo spinale; si distinfuono i neuroni sensitivi, i cui prolungamenti formano le fibre nervose che inviano le informazioni giunte dalla cute e dagli organi sensoriali verso il sistema nervoso centrale, e i motoneuroni da cui partono le fibre nervose indirizzate verso i muscoli scheletrici, quelli che vengono messi in moto volontariamente.

A cosa serve il sistema nervoso?

Il sistema nervoso consente di mettere in comunicazione le diverse zone dell’organismo e di coordinarne le funzioni volontarie e involontarie.

Il cervello e il midollo spinale integrano le informazioni che arrivano dagli altri organi e dall’ambiente esterno e organizzano risposte appropriate. Le diverse strutture cerebrali hanno compiti specifici e nella loro totalità sono responsabili del pensiero, della memoria, del ragionamento, della capacità di comprendere, del linguaggio, dei movimenti volontari e involontari, dell’equilibrio e della postura, del respiro, del battito cardiaco e della pressione del sangue, del controllo della temperatura, delle emozioni, della fame e della sete, dell’orologio biologico e della rielaborazione dei dati raccolti per mezzo dei cinque sensi.

Il midollo spinale capta invece le informazioni indirizzate al cervello e smista quelle che il cervello invia al corpo. Si occupa anche del monitoraggio dei riflessi muscoloscheletrici semplici.

Da un punto di vista funzionale, il sistema nervoso periferico può essere suddiviso in più vie che trasmettono le informazioni provenienti dalla pelle, dai muscoli o dagli organi sensoriali al sistema nervoso centrale; controllano i muscoli trasferendo loro le informazioni che arrivano dal sistema nervoso centrale; connettono il cervello e il midollo spinale alla periferia del corpo o gli organi interni al sistema nervoso centrale.  Il sistema nervoso autonomo monitora così le ghiandole, gli organi interni e i loro muscoli. Il sistema nervoso enterico si occupa invece dell’innervazione dei visceri, mentre il sistema nervoso somatico consente al sistema nervoso centrale di cogliere le informazioni sensoriali e controlla i muscoli volontari.