Sistema nervoso centrale

Il sistema nervoso centrale è formato dal cervello e dal midollo spinale. Il cervello è racchiuso nella scatola cranica e insieme al midollo spinale raccoglie e integra le informazioni che provengono dagli altri organi e dall’ambiente, pianifica le risposte e le trasmette al resto del corpo.

Il cervello

Il cervello è formato da una parte più esterna – la corteccia cerebrale – che contiene i corpi dei neuroni, e una parte più interna in cui si trovano le fibre nervose deputate alla trasmissione delle informazioni al resto dell’organismo e quelle dedicate alla ricezione delle informazioni dal resto del corpo. All’esterno della corteccia, le fibre sono circondate da mielina, una sostanza bianca.

All’interno del cervello si trovano diverse strutture, come per esempio il talamo, l’epitalamo, l’ipotalamo, l’ipofisi e i gangli della base, che includono l’amigdala, il nucleo caudato e il nucleo lenticolare (composto da putamen e globo pallido).

Il cervelletto e il tronco encefalico sono invece alla base del cervello, e questa parte si connette direttamente con il midollo spinale.

Il midollo spinale

Il midollo spinale è una sorta di prolungamento del cervello ed è una lunga struttura di forma circolare che scorre nella colonna vertebrale. Le strutture del cervello e del midollo spinale sono speculari: la parte centrale del midollo spinale è sostanza grigia formata dai corpi dei neuroni, mentre la parte esterna è composta dalla materia bianca. L’unità di base per entrambi è il neurone: una cellula dotata di prolungamenti circondati dalla mielina. Cervello e midollo spinale sono circondati dalle meningi, membrane protettive. La più esterna si chiama dura madre e funge da scudo di protezione. Nello spazio delimitato dall’aracnoide e dalla pia madre scorre il liquido cerebrospinale, che protegge da eventuali traumi.

Dal cervello e dal midollo spinale partono dei nervi che portano informazioni alle altre strutture del corpo.

A cosa serve il sistema nervoso centrale?

Il sistema nervoso centrale rielabora le informazioni raccolte dal sistema nervoso periferico e invia le informazioni da distribuire attraverso lo stesso sistema nervoso periferico.

Il cervello codifica le informazioni raccolte dal midollo spinale e riveste un ruolo centrale nell’esecuzione di diverse funzioni dell’organismo come movimenti, sensazioni, pensieri e memoria. Controlla poi le azioni del corpo siano esse consapevoli o meno. La realizzazione di alcuni movimenti riflessi avviene invece attraverso il midollo spinale.

La materia grigia di cui è composta la corteccia cerebrale controlla i movimenti volontari ed è sede del linguaggio, dei sensi, del pensiero e della memoria.

Ognuna delle strutture presenti nel cervello svolge una propria funzione: il talamo integra e trasmette le informazioni sensoriali e contribuisce al controllo dei movimenti e della memoria. L’ipotalamo, per esempio, è deputato al controllo di funzioni autonome come l’appetito, la sete e la temperatura corporea e contribuire a processare la memoria e le emozioni. Inoltre secerne ormoni che controllano la produzione di altri ormoni nell’ipofisi. Questi controllano le funzioni delle ghiandole endocrine, come il metabolismo, l’equilibrio dei fluidi e dei minerali, la risposta allo stress e la sessualità.

Il cervelletto controlla movimento ed equilibrio, mentre dal tronco encefalico passano tutte le informazioni provenienti dal cervello e a lui dirette. Da qui hanno origine anche la maggior parte dei nervi che controllano le strutture del cranio e vi si trovano i  neuroni responsabili del controllo di funzioni come il battito cardiaco e la respirazione.

Lungo il midollo spinale, invece, scorrono sia le informazioni dirette al cervello, sia quelle inviate dal cervello al resto del corpo. Il midollo spinale poi controlla i riflessi muscolo-scheletrici semplici.