Sistema nervoso autonomo

Che cos’è il sistema nervoso autonomo?

Il sistema nervoso autonomo fa parte del sistema nervoso periferico. È sempre attivo e permette di far fronte alle funzioni importanti dell’organismo in collaborazione con il sistema nervoso somatico. Controlla le funzionalità degli organi interni (come cuore, stomaco e intestino) e di certi muscoli.

Se ne distinguono tre parti: il sistema nervoso simpatico, il sistema nervoso parasimpatico e il sistema nervoso enterico o metasimpatico.

Il sistema nervoso simpatico ha inizio nel midollo spinale. Qui i prolungamenti dei neuroni si dirigono verso i gangli, strutture poste vicino al midollo spinale. Si distinguono così fibre pregangliari (quelle che hanno inizio nel midollo) e fibre postgangliari (quelle che cominciano dal ganglio).

I corpi dei neuroni del sistema parasimpatico sono invece situati nella zona sacrale del midollo spinale e nel midollo allungato del tronco encefalico, dove i nervi cranici III, VII, IX e X compongono le fibre pregangliari parasimpatiche. Queste e quelle che si generano dal midollo spinale viaggiano verso gangli prossimi all’organo che devono controllare. Da qui le fibre postgangliari si dirigono esplicitamente verso l’organo bersaglio.

Invece, il sistema nervoso enterico è composto dalle fibre nervose che innervano i visceri.

A cosa serve il sistema nervoso autonomo?

Il sistema nervoso autonomo è deputato al controllo delle funzioni dell’organismo a riposo e delle reazioni riflesse, agendo sui muscoli lisci (per esempio quelli presenti nella pelle intorno ai follicoli piliferi, quelli intorno ai vasi sanguigni, quelli nell’occhio e quelli dello stomaco, dell’intestino e della vescica) e sul muscolo cardiaco.

Il sistema simpatico e quello parasimpatico esercitano sui loro bersagli un effetto opposto e controllano funzioni come la dilatazione delle pupille, la produzione della saliva e del muco, la frequenza cardiaca, la contrazione dei muscoli dei bronchi, i movimenti di stomaco e intestino, la produzione dell’urina e il rilassamento della parete della vescica.