Vena cava inferiore

La vena cava inferiore è un ampio tronco venoso – il più grande del corpo – che porta al cuore il sangue povero di ossigeno che arriva dalla parte inferiore del corpo (ovvero dagli arti inferiori e da tutti gli organi che sono posizionati al di sotto del diaframma). Posta per lo più nella cavità addominale – solamente un breve tratto percorre la cavità toracica – passa in verticale a destra della colonna vertebrale e dell’aorta addominale; la minima parte che passa dentro alla cavità toracica arriva in seguito a sboccare nella parte postero-inferiore dell’atrio destro del cuore.

Che cos’è la vena cava inferiore?

La vena cava inferiore è lunga in media circa 22 centimetri (di cui 18 attraversano l’addome) e ha un diametro di circa 30 millimetri.

Ha inizio a destra della quarta-quinta vertebra lombare dall’area d’incontro di due grosse vene, le vene iliache comuni, ognuna delle quali a sua volta comincia dalla fusione della vena iliaca interna con la vena iliaca esterna della stessa parte del corpo. Queste ultime due ospitano rispettivamente il sangue che arriva dagli arti inferiori, dalla pelvi, dai genitali esterni e dalla parete addominale. Nelle due vene iliache interne giunge il sangue povero di ossigeno che arriva dagli organi e dalle pareti del bacino, dai genitali, dai glutei e dalla zona posteriore-superiore della coscia. Nelle due vene iliache esterne giunge invece il sangue povero di ossigeno che viene dagli arti inferiori corrispondenti e dalla parete addominale.

A cosa serve la vena cava inferiore?

dagli arti inferiori e da tutti gli organi che si trovano sotto al diaframma).

La vena cava inferiore è deputata al trasporto al cuore del sangue povero di ossigeno proveniente dalla parte inferiore del corpo (ovvero dagli arti inferiori e da tutti gli organi che sono posizionati al di sotto del diaframma).