Apparato cardiocircolatorio

L’apparato cardiocircolatorio si occupa alla circolazione del sangue in tutto il corpo, con lo scopo di rifornire le cellule di nutrienti e ossigeno e permettere la rimozione dell’anidride carbonica e degli altri prodotti di scarto.

Che cos’è l’apparato cardiocircolatorio?

L’apparato cardiocircolatorio consiste in un sistema chiuso di vasi sanguigni che consentono al sangue di circolare, sotto la spinta del cuore. Si compone di due parti principali: il circolo sistemico e il circolo polmonare. Entrambi sono costituiti da arterie, capillari e vene.

Le arterie sono vasi sanguigni spessi, composti di tessuto elastico e fibre muscolari che ricevono il sangue dal cuore, organo muscolare cavo che, funzionando come una pompa, rappresenta il centro di questo apparato. Le arterie vanno rimpicciolendosi in condotti sempre più piccoli, trasformandosi in arteriole attraverso cui il sangue viene canalizzato all’interno di capillari, piccoli dotti dalla parete sottile e permeabile da parte di nutrienti, gas e prodotti di scarto. Questi trascinano il sangue verso le venule, stretti vasi sanguigni che si incontrano a formare le vene che riconducono il sangue verso il cuore.

Nella circolazione sistemica, il sangue che arriva dai polmoni, ricco di ossigeno e nutrienti, viene pompato dal ventricolo sinistro (una delle quattro camere del cuore) all’interno dell’aorta, che lo distribuisce nel resto del corpo. Il sangue, ricco di anidride carbonica e prodotti di scarto, viene poi riversato dalla vena cava nell’atrio destro.

La circolazione polmonare rappresenta invece un circuito chiuso che collega cuore e polmoni; parte dal ventricolo destro, dove il sangue ricco di anidride carbonica – a esso collegato tramite la valvola tricuspide – viene spinto nell’arteria polmonare. Questa si biforca in due rami, ognuno dei quali si dirige verso un polmone, terminando nella formazione dei capillari che raccolgono l’ossigeno a livello degli alveoli. Il sangue ossigenato viene poi trasportato in vasi sanguigni di dimensioni sempre più grandi, convergendo nelle vene polmonari, che lo riversano nell’atrio destro del cuore, da cui fluirà nel ventricolo destro tramite la valvola mitrale.

A cosa serve l’apparato cardiocircolatorio?

L’apparato cardiocircolatorio consente la distribuzione dell’ossigeno e dei nutrienti ai vari organi del corpo umano, ai tessuti e alle cellule dell’organismoe si occupa dell’eliminazione dell’anidride carbonica e delle altre sostanze di scarto.

Inoltre, l’apparato cardiocircolatorio ha la funzione di veicolare i globuli bianchi, componenti fondamentali del sistema immunitario, e altre molecole con diverse funzioni all’interno dell’organismo (per esempio gli ormoni) che, proprio tramite la fitta rete di cui è composto l’apparato cardiocircolatorio, riescono a muoversi tra i vari organi e tessuti in base alle necessità dell’organismo.