“Pronto Serenità”, uno sportello a disposizione delle famiglie

Pronto Serenità

“Pronto Serenità” è attivo in corso Belgio 53 ed è gestito dalla cooperativa sociale “Solidarietà”: lo spazio vede Humanitas Gradenigo quale ospedale di riferimento per i pazienti e le famiglie che richiedono assistenza domiciliare o cure necessarie per le disabilità legate all’età.

 

Si chiama “Pronto Serenità” ed è il nuovo sportello di “soluzioni per le famiglie”, aperto in corso Belgio 38 (a 500 metri dall’Ospedale Humanitas Gradenigo) ogni martedì dalle ore 10 alle 12 e ogni giovedì dalle 14 alle 16. Gestito dalla cooperativa sociale “Solidarietà”, lo sportello “Pronto Serenità” ripropone l’esperienza nata con successo a Reggio Emilia e mette a disposizione della popolazione servizi di assistenza domiciliare, accompagnamenti sociali e sanitari, residenzialità, segretariato sociale, piccole manutenzioni, valorizzazione del territorio e attività aggregative.

Nato con il fondamentale supporto della Circoscrizione 7 della Città di Torino, “Pronto Serenità” coinvolge direttamente Humanitas Gradenigo individuandolo come ospedale di riferimento per le esigenze cliniche legate alle persone che si rivolgono allo sportello. «Si tratta di un ulteriore segnale del forte legame che il nostro ospedale vanta con il territorio – sottolinea il Direttore generale di Humanitas Gradenigo, Paolo Berno -. La sensibilità dimostrata nel corso di questi anni dalla Circoscrizione 7 e la validità del progetto presentato dalla cooperativa sociale “Solidarietà” ci hanno indotto a metterci subito a disposizione di chi avrà necessità delle nostre cure».

«Tra gli obiettivi principali indicati dalla Circoscrizione 7 – precisa l’Amministratore delegato di “Solidarietà”, Piero Demetri – figura la prevenzione delle “disabilità” legate all’età, via via più frequenti in un contesto di popolazione che diventa sempre più anziana. Lavoriamo perciò per favorire gli interventi che consentono di mantenere gli anziani nel proprio contesto di vita e sostenere le diverse tipologie di servizio a supporto della domiciliarità e dell’invecchiamento attivo: dall’assistenza domiciliare all’organizzazione del trasporto per visite mediche, dalle attività di socializzazione all’aiuto nell’adempimento di piccole pratiche burocratiche».

“Pronto Serenità” non si limita alla popolazione anziana ma punta a estendere l’offerta dei servizi all’intera popolazione residente al fine di promuovere una più ampia qualità della vita. «L’intento è quello di costruire sul territorio un “centro di ascolto del bisogno”, volto alla promozione della cultura della domiciliarità intesa come risposta globale ai bisogni della persona», aggiunge ancora Demetri. In quest’ottica, Humanitas Gradenigo contribuisce a promuovere il benessere della comunità nel suo complesso: «I nostri percorsi di cura prestano molta attenzione ai pazienti più fragili, esposti al rischio di emarginazione e isolamento sociale anche per via dell’età o della solitudine – osserva il Direttore generale, Paolo Berno -. Molti di loro diventano frequentatori assidui del Pronto soccorso dell’Ospedale, spesso proprio per via della loro fragilità che talvolta può essere contenuta anche attraverso un efficace lavoro di assistenza domiciliare».

La cooperativa sociale “Solidarietà” si occupa da oltre trent’anni di servizi alle persone e soluzioni per le famiglie, fornendo servizi per la salute, la cura e l’assistenza domiciliare. È attiva in diverse circoscrizioni di Torino nonché nel Consorzio di Chieri e nei comuni di Chivasso, Grugliasco e Nichelino. Oltre all’assistenza domiciliare («Con un programma di cura personalizzato e costruito sulle esigenze della famiglia del malato», sottolinea Demetri) , “Solidarietà” gestisce e collabora alle gestione di Residenze sanitarie assistenziali sul territorio di Torino e provincia.

Per ulteriori informazioni sullo sportello “Pronto Serenità”, ci si può rivolgere alla cooperativa sociale “Solidarietà”: 011.5712832 o sportellotorino@prontoserenita.net