Pronto soccorso

pronto-soccorso

Lavori in corso: nuovo ingresso per il Pronto Soccorso

A partire da martedì 7 febbraio e per cinque settimane, l’ingresso del Pronto soccorso sarà temporaneamente trasferito in corso Regina Margherita 8/A.
I lavori consentiranno maggiore comfort per pazienti e operatori, dotando il Pronto soccorso di una camera calda: un locale esterno collegato con l’ingresso, dove gli operatori dei mezzi di soccorso affidano il paziente al personale del Pronto soccorso.

 

Come funziona il Pronto Soccorso?

Il pronto soccorso o dipartimento di emergenza è la struttura deputata a rispondere a condizioni cliniche in urgenza ed emergenza, correlate a patologie mediche, chirurgiche e traumatiche.

La struttura, composta da personale medico ed infermieristico dedicato, si occupa della prima valutazione del paziente, impostazione del percorso diagnostico, terapeutico ed assistenziale ed infine definisce l’eventuale trasferimento, osservazione temporanea intensiva, dimissione o ricovero sulla base della diagnosi effettuata.

La struttura è dotata di tecnologia e strumenti tali da poter garantire trattamenti volti alla stabilizzazione delle funzioni vitali ed alla rianimazione del paziente con gravi compromissioni cliniche.

Codici triage

Il triage è il primo momento di accoglienza del paziente che accede al Pronto Soccorso. È svolto da un infermiere che valuta la gravità delle condizioni cliniche e le priorità assistenziali, assegnando un codice relativo. La funzione di triage ridistribuisce i tempi di attesa a favore di chi ha necessità di interventi urgenti.

I codici adottati in triage sono:

  • Codice rosso: assenza o grave compromissione di una o più funzioni vitali (coscienza, respirazione, circolo). Accesso immediato alle aree di trattamento
  • Codice giallo: paziente critico con funzioni vitali presenti ma potenzialmente evolutive o con indicatori di sofferenza fortemente attivati. Tempo di attesa alla visita medica o alla rivalutazione infermieristica: 10 minuti
  • Codice verde 30′: paziente non critico, con funzioni vitali stabili, che necessita di interventi differibili nel tempo ma comunque urgenti con indicatori di sofferenza di grado moderato. Tempo di attesa alla visita medica o alla rivalutazione infermieristica: 30 minuti
  • Codice verde 60′: paziente non critico, con funzioni vitali stabili, che necessita di interventi differibili nel tempo ma comunque urgenti con indicatori di sofferenza di grado lieve. Tempo di attesa alla visita medica o alla rivalutazione infermieristica: 60 minuti
  • Codice bianco: paziente non critico, con funzioni vitali stabili, che necessita di interventi non urgenti per i quali il protrarsi del tempo di attesa non ne aggrava le condizioni. Tempo di attesa alla visita medica non definibile.

(Riferimenti legislativi: D.G.R. 23 aprile 2004 n. 43-15182 e D.G.R. 14 aprile 2008, n. 48-8609)

Informazioni utili

Nel caso in cui non sia possibile contattare il proprio Medico di Medicina Generale ma non sia necessario un intervento urgente, si può fare riferimento al Servizio di Continuità assistenziale (ex Guardia medica) di Torino durante le ore serali e nei festivi al numero 011.5747, oppure contattare il 118.